Spedizioni sempre gratuite ed anonime

Con Amore

La masturbazione femminile, alcuni suggerimenti

La masturbazione femminile è spesso vista come un argomento tabù. Le donne che discutono di masturbazione femminile non affatto comuni, ma non dovrebbe essere così. Nonostante le ricerche dimostrino che le donne si masturbano con la stessa frequenza degli uomini, non è ancora un argomento che tutte le donne riescono ad affrontare apertamente. Gli svedesi hanno persino creato un nuovo termine per la masturbazione femminile nel tentativo di impedire alle donne di essere scoperte a parlare dell’argomento con le solite parole usate tipicamente dagli uomini.

Per aiutarci a liberarci dal persistente stigma sociale, elenchiamo alcune tips che vogliono fungere da guida al piacere di sé femminile.

masturbazione_femminileMasturbazione femminile: conosci le tue zone intime

Comprendere le diverse parti del tuo corpo è il primo passo verso una stimolazione efficace. Non lasciarti scoraggiare dal fatto che potresti non conoscere i nomi delle tue parti intime, poiché il primo e più importante passo è in realtà imparare a “usarle”.

L’approccio migliore è conoscere il proprio corpo e non rimanere legati alla terminologia.
Sarebbe fantastico se ci venissero insegnati i tecnicismi a scuola, ma sfortunatamente non è così. Sebbene sia utile conoscere la terminologia, non è essenziale. È utile invece esplorare, conoscere come ci si sente e cosa fa sentire bene.

Per aiutarci nella nostra ricerca di acquisire maggiore familiarità con la nostra anatomia, ecco delle definizioni semplici e dirette delle nostre parti intime.

Vulva: questa è la parte esterna che include il clitoride, le labbra, l’uretra e l’ingresso della vagina, e la sua apertura è a forma di mandorla.

Clitoride: quando le persone parlano del clitoride, di solito parlano solo del glande – la parte esterna molto sensibile, ma la protuberanza simile ad una perla che puoi vedere sulla vulva è solo la punta dell’iceberg. È l’unico organo del corpo con la sola funzione di procurare l’orgasmo.

Vagina: questo è un muscolo pulsante che si apre e si chiude tra la cervice (alla base dell’utero) e l’apertura esterna

Anche conoscere il tuo ciclo mestruale è un modo per assicurarti di ottenere il massimo dall’esperienza di masturbazione.

Per esempio molte donne scoprono che sentiranno più desiderio di masturbarsi ed esplorarsi maggiormente durante l’ovulazione. Potresti, invece, non sentire il bisogno di masturbarti durante il tuo ciclo pre-mestruale o mestruale, benché gli orgasmi potrebbero essere molto migliori, anche se impiegano più tempo ad arrivare.

La punta della fragola

Usando la punta delle dita, picchietta leggermente l’osso pubblico sopra il clitoride per risvegliare la vulva. Potresti anche voler premere verso il basso e strofinare con un movimento circolare.

Masturbazione femminile: conosci il tuo clitoride

Il tuo clitoride è fantastico, come accennato in precedenza, il clitoride è più della semplice parte esterna a forma di fagiolo. È la parte più ricca di nervi della vulva, contenente oltre 8.000 terminazioni nervose, che è il doppio del pene. Questo la rende la centrale del piacere.
Questa minuscola zona erogena diffonde benessere ad altri 15.000 nervi del bacino, il che spiega perché sembra che tutto il tuo corpo venga invaso dall’orgasmo.

Il consiglio

Assicurati che la punta del dito sia bella e umida, tira lentamente il cappuccio sopra il clitoride e accarezza delicatamente la testa del clitoride. Potresti anche voler usare un piccolo movimento circolare, a seconda delle tue preferenze.

Masturbazione femminile: non pensare solo all’orgasmo

C’è di più nella masturbazione del grande orgasmo.
È importante godersi l’intera esperienza, piuttosto che correre verso il traguardo. Il lubrificante può essere particolarmente utile per assistere nel processo di eccitazione.
Impegnarsi nei preliminari può essere utile anche per le tue relazioni con i partners.
Sii il più indulgente possibile. Concediti un’esperienza completa dedicando del tempo all’esplorazione e al gioco. In questo modo, costruirai una relazione migliore con il tuo corpo e, di conseguenza, sarai in grado di avere più fiducia in una relazione per dire esattamente cosa vuoi e quando.

Il consiglio

Provando la tecnica “Escargot”
Partendo dalla base della vagina, trascina leggermente la punta del dito a passo di lumaca verso il clitoride. Assicurati di non mettere il dito troppo in profondità a questo punto, poiché vuoi evitare di toccare l’uretra.